NORME DI COMPORTAMENTO 
 
POLISPORTIVA
SORISOLESE

 
 
REGOLAMENTO
INTERNO
 (NORME DI COMPORTAMENTO) 

1. Destinatari

Il presente regolamento si applica ai seguenti soggetti:
-   Membri del Consiglio Direttivo;
-   Staff tecnico (allenatori e accompagnatori);
-   Atleti;
-   Collaboratori e consulenti esterni che agiscono nell’interesse della Polisportiva Sorisolese A.S.D.
- Genitori e tutti coloro che accompagnano gli atleti.

2. Efficacia

Copia del presente regolamento è portato a conoscenza di tutti i soggetti di cui all’art 1, richiedendone il necessario rispetto.

3. Norme comuni

Tutti i soggetti di cui all’art. 1 devono:
- promuovere la capacità educativa, che esige stile di accoglienza, tolleranza e coinvolgimento nel lavoro degli altri, dei quali si evidenziano soprattutto gli elementi positivi per un lavoro di crescita;
- vivere lo spirito di gruppo e il senso di appartenenza all’associazione sportiva;
- uniformare la propria condotta al pieno rispetto dei principi di lealtà, imparzialità, integrità morale ed onestà evitando comportamenti atti ad incidere negativamente sui rapporti interni;
- astenersi da qualsiasi condotta suscettibile di ledere l´integrità fisica e/o morale degli avversari, a rispettare gli stessi, i loro staff tecnici e dirigenziali;
- astenersi da qualsiasi comportamento discriminatorio in relazione alla razza, all'origine etnica o territoriale, al sesso, agli orientamenti sessuali, all’età, alla condizione psico-fisica-sensoriale, alla religione, alle opinioni politiche e filosofiche;
- non compiere alcun atto diretto ad alterare artificiosamente lo svolgimento o il risultato di una gara o ad assicurare a chiunque un indebito vantaggio nelle competizioni sportive.

4. Trasferimenti ad altre associazioni sportive

Ogni richiesta di trasferimento presso altra associazione sportiva dovrà essere inoltrata esclusivamente al Consiglio Direttivo della Polisportiva Sorisolese A.S.D. tramite fax o lettera raccomandata.
Il Consiglio Direttivo si riserva di accettare o meno il trasferimento degli atleti.

5. Doveri della  Polisportiva Sorisolese A.S.D.

La Polisportiva Sorisolese A.S.D. deve operare nel pieno rispetto dell’ordinamento giuridico e sportivo vigente ed uniformare le proprie azioni e comportamenti ai principi di lealtà, correttezza e trasparenza in ogni funzione, prestazione o rapporto in ogni modo riferibile alla propria attività.
La riservatezza delle informazioni è un bene che la Polisportiva Sorisolese A.S.D. tutela anche attraverso i propri collaboratori. I dati che riguardano le persone saranno trattati nel rispetto delle disposizioni di legge.
La Polisportiva Sorisolese A.S.D. si impegna a:
- promuovere azioni volte a diffondere una sana cultura sportiva nella condivisione delle insite finalità educative, formative e sociali, in particolare tra i giovani;
- sostenere iniziative rivolte alla diffusione dello sport per tutti, ad ogni livello, per qualunque categoria valorizzandone i principi etici, umani ed il fair play;
- garantire che la salute, la sicurezza ed il benessere dei bambini e giovani atleti costituiscano obiettivo primario rispetto al successo sportivo o qualsiasi altra considerazione e ad astenersi da qualsiasi condotta atta ad arrecare pregiudizio alla salute degli atleti, con particolare riferimento ai bambini e giovani, garantendo che la salute, la sicurezza ed il benessere psico-fisico assumano un ruolo primario;
- garantire il rispetto delle esigenze e bisogni particolari dei giovani e dei bambini in crescita consentendo processi graduali di partecipazione dal livello ludico di base a quello agonistico;
- promuovere l’agonismo come momento di crescita nel confronto;
- adottare iniziative positive volte a sensibilizzare il pubblico delle manifestazioni sportive al rispetto degli atleti, delle squadre e dei loro sostenitori;
- creare un rapporto di dialogo e fiducia con le famiglie al fine di creare un ambiente educativo e familiare per la crescita integrale del giovane;
- garantire che tutti i soggetti con responsabilità verso i bambini e giovani siano ben qualificati e costantemente aggiornati per guidare, formare, educare ed allenare in funzione dei diversi livelli di impegno sportivo;
- garantire la necessaria vigilanza sui giovani e giovanissimi assicurando che le relazioni con gli stessi si svolgano in modo ineccepibile sotto il profilo della correttezza morale;
- a non premiare alcun comportamento sleale.

6. Doveri degli atleti

Gli atleti devono osservare il principio di solidarietà, considerando quindi più importante il rispetto dei valori umani rispetto al perseguimento del proprio successo.
Gli atleti devono impegnarsi a:
- rendersi disponibili a partecipare alle iniziative volte alla promozione dello sport, dei suoi valori e principi etici, sociali ed educativi, con particolare riguardo al servizio a favore dei compagni più giovani;
- onorare lo sport e le sue regole attraverso la competizione corretta e secondo i principi di lealtà;
- usare sempre un linguaggio appropriato ed educato, con divieto assoluto, in ogni caso, di ricorso a parole e gesti osceni ovvero ad abusi verbali quali la bestemmia, il turpiloquio, l’imprecazione ed ogni altro tipo di intemperanza;
- rispettare lo staff tecnico ed i giudici di gara nella certezza che ogni decisione è presa in buona fede ed obiettivamente;

7. Doveri degli allenatori e dirigenti

Gli allenatori e dirigenti devono considerare come propria responsabilità la trasmissione dei suddetti valori morali, impegnandosi al rispetto dei seguenti principi:
- promuovere lo sport e le sue regole esaltandone i valori etici ed umani, ed il fair play, valorizzando la persona ed il gruppo;
- non premiare comportamenti sleali né adottarli personalmente;
- rispettare i giudici di gara nella certezza che ogni decisione è presa in buona fede ed obiettivamente;
- sostenere e partecipare ad ogni iniziativa associativa volta alla promozione dello sport, dei suoi valori e principi etici o comunque con finalità di carattere sociale ed educativo;
- garantire che la propria preparazione sia adatta ai bisogni dei giovani ed in particolari dei bambini in funzione dei diversi livelli di impegno sportivo, rendendosi disponibili alla formazione permanente e all’aggiornamento continuo;
- evitare atteggiamenti vessatori o esageratamente punitivi;
- evitare di suscitare nei giovani, e bambini in particolare, aspettative sproporzionate alle proprie effettive potenzialità;
- dedicare eguale attenzione ed interesse a tutti i bambini indipendentemente dalle potenzialità individuali;
- procedere, nella formazione delle squadre giovanili, alla selezione degli atleti tenuto conto non soltanto dei risultati sportivi e/o della condizione fisica bensì anche dell’impegno dimostrato, della condotta tenuta, del rispetto delle regole e delle persone.

8. Doveri delle famiglie

Le famiglie sono le prime responsabili dell’educazione e della crescita dei ragazzi. Nella condivisione degli obiettivi che la Polisportiva Sorisolese A.S.D. si prefigge attraverso l’adozione del presente regolamento, nell’ottica di una crescita dei loro figli in un ambiente sano, di una autentica cultura dello sport e dei suoi valori etici, in particolare si impegnano a:
- riconoscere la necessità dell’educazione allo sport, creare le condizioni favorevoli alla sua pratica e riservarle il tempo adeguato in funzione della crescita del ragazzo;
- far vivere ai giovani atleti ed in particolare ai bambini un’esperienza sportiva che li educhi ad una sana attività fisico-motoria anteponendo la salute ed il benessere psico-fisico ad ogni altra considerazione;
- favorire nei processi educativi la cultura del fair play e della solidarietà nello sport;
- evitare di suscitare e/o alimentare aspettative sproporzionate alle loro possibilità;
- promuovere un’ esperienza sportiva che sappia valorizzare le potenzialità dei propri figli nel rispetto delle loro esigenze primarie e dei loro bisogni particolari, propri dei naturali processi di crescita, evitando ogni forma di pressione anche psicologica e favorendo un equilibrato ed armonico sviluppo delle abilità psico-motorie;
- mettere in risalto il piacere e la soddisfazione di praticare sport e di vivere in gruppo, e a non esercitare pressioni indebite o contrarie al diritto del giovane e/o bambino di scegliere liberamente sulla sua partecipazione;
- assumere durante lo svolgimento delle competizioni atteggiamenti e comportamenti coerenti con i principi del presente codice, affinché essi possano rappresentare un modello positivo da seguire per i propri figli;
- accettare e rispettare le decisioni dello staff tecnico e dirigenziale evitando qualunque forma di interferenza nelle loro scelte;
- certificare il perfetto stato di salute dei ragazzi attraverso la deposizione presso la Polisportiva Sorisolese A.S.D. del certificato medico.
                                        
                                               CONSIGLIO DIRETTIVO                                         
                                                     IL PRESIDENTE
                                                    GHILARDI LUIGI
 

POLISPORTIVA SORISOLESE A.S.D.

Via San Carlo n. 36
24010 Sorisole (BG)
Tel. e Fax 035.4125755
P.Iva: 01987620166
www.polisportivasorisolese.it

sitemap.xml
  Site Map